Troppo presto

E’ passato più di un mese, oggi parlo di te.

Esiste qualcosa dopo la morte? Esisti ancora dopo la tua?

 

A volte penso di si, ne sono perfino sicura. Percepisco la tua presenza li vicino, perchè ti penso e magari d’ improvviso la radio mette le canzoni che ti piacevano. Oppure vedo qualcosa che sembra lì per caso e mi ricorda te.

Ma, maledizione, tanto mi ricorda te.  Erano reali i tuoi capelli biondi? I tuoi occhi caldi e le tue ciglia lunghe lo erano? QUanto ti invidiavo, così bella e così brava e creativa. Così schietta e a volte cinica. Poi dì improvviso così lontana, sempre di più. Poi la fine, così inattesa per chi, come me, non sapeva. Avevi scelto di tenermi fuori da tutto per paura della compassione, ma io non ti avrei mai compatito, l’ affetto era sincero tanto quanto il tuo, e so che lo sai.

Poi la fine, così violenta per me, in pieno cuore. Quel cuore che mi si è spezzato, quel cuore di cui porterai sempre un frammento con te.

Piangerti non mi potrà mai aiutare, ma è la sola cosa che resta a chi è rimasto qui senza di te. A ritrovarmi d’ improvviso a pensare che davvero è finita l’ amicizia tra noi. A risentire la tua risata all’ infinito nella mia testa e sorridere amaramente. Ad arrabbiarmi con te, con me…

Se un giorno ci rivedremo, signora bionda, te lo dirò che ti voglio bene, te ne vorrò per tutta la vita.

Troppo prestoultima modifica: 2009-09-08T15:02:29+02:00da jvalentine
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento